La tectite, un dono che arriva dalle stelle

La tectite, un dono che arriva dalle stelle

La tectite, nota anche come tektite, è un tipo di vetro naturale originato dall'energia rilasciata durante gli impatti di meteoriti con la Terra, la sua formazione è un fenomeno affascinante e allo stesso tempo violento, primitivo. Tutto inizia quando un meteorite colpisce la Terra, l'impatto deve essere di una certa magnitudine per generare la temperatura e la pressione necessaria a fondere il materiale roccioso terrestre. L'energia rilasciata dall'impatto è così intensa che le rocce e i sedimenti nel sito si sciolgono quasi istantaneamente. Il materiale fuso viene poi espulso e lanciato ad alta velocità nell'atmosfera dove, entrando in contatto con l'aria, solidifica. Questo raffreddamento estremamente veloce impedisce la formazione di cristalli, generando così un materiale vetroso. Il materiale solidificato, la tectite, torna così al suolo. A seconda della forza e dell'angolo di eiezione, queste possono essere disperse su un'ampia area, formando quello che viene chiamato un campo di dispersione. La presenza e la distribuzione di tectiti in questi campi possono fornire importanti informazioni riguardo la localizzazione e la dimensione degli impatti meteoritici, oltre alla direzione e alla velocità dell'impatto che le ha create. Alcuni dei più noti campi di dispersione si trovano in Australia, America del nord, Costa d'Avorio ed Europa centrale dove si può trovare la famosa MOLDAVITE. Le tectiti possono variare nella forma e nella dimensione, da piccole perle a pezzi più grandi e irregolari. Sono generalmente di colore nero o verde scuro a seconda della composizione dei minerali originali e delle condizioni dell'impatto. Sono principalmente composte da silice (SiO2) e allumina (Al2O3), con tracce di altri minerali e non contengono pezzi di meteorite. Anche se sono il risultato di impatti meteoritici, sono composte interamente da materiale terrestre. Questo differenzia le tectiti dai meteoriti che sono effettivamente pezzi di roccia o metallo provenienti dallo spazio. Sono quindi un interessante esempio di come un evento cosmico possa trasformare materiali terrestri senza però introdurre nuovi elementi.

Moldavite

Ma la tectite è un cristallo?

La risposta a questa domanda è no, non è un cristallo ma un vetro di origine naturale che fa parte dei materiali amorfi. A differenza dei cristalli, che hanno una struttura atomica ordinata e ripetitiva, le tectiti si formano dal raffreddamento rapido di materiale roccioso fuso, che impedisce l'organizzazione degli atomi in una struttura cristallina. Di conseguenza, non presentano la disposizione regolare degli atomi che è tipica dei cristalli. Questa struttura amorfa è la ragione per cui le tectiti, come altri tipi di vetro, sono trasparenti o traslucide e non presentano le facce piane o le forme geometriche regolari tipiche dei cristalli. 

Che età hanno le tectiti?

L'età delle tectiti varia notevolmente a seconda del campo di dispersione specifico a cui appartengono. Ogni campo è il risultato di un diverso evento di impatto meteoritico. Possono avere età che vanno da poche decine di migliaia di anni a milioni di anni. Il campo che si trova in America del nord, per esempio, è datato circa a 35 milioni di anni fa, questo campo è associato all'impatto che ha formato il cratere di Chesapeake Bay. Le moldaviti del campo situato in Europa centrale sono tra le più famose e si stima abbiano circa 15 milioni di anni.

Quanti tipi di tectite ci sono?
  1. Moldaviti: queste tectiti verdi traslucide sono forse le più famose e provengono dal campo di dispersione europeo, principalmente trovate nei dintorni della Repubblica Ceca. Sono particolarmente apprezzate per la loro bellezza e sono spesso utilizzate in gioielleria.

  2. Indociniti: queste tectiti sono generalmente di colore nero o marrone scuro e provengono dal campo di dispersione australiano. Sono conosciute per le loro forme varie che includono sfere e gocce.

  3. Bediasiti: sono tectiti trovate principalmente in Texas e fanno parte del campo di dispersione nord americano. Di solito sono di colore nero o marrone molto scuro.

  4. Georgiaiti: simili alle bediasiti, sono anch'esse parte del campo di dispersione nord americano ma sono principalmente trovate in Georgia. Anche queste sono di colore scuro.

  5. Ivoriti: queste tectiti provengono dal campo di dispersione della Costa d'Avorio in Africa. Anche esse tendono ad avere una colorazione scura.

Quanto costa la tectite?

Il prezzo delle tectiti può variare notevolmente a seconda di diversi fattori, tra cui la rarità, la dimensione, la forma, la qualità e il tipo specifico di tectite. Ad esempio, le moldaviti, sono particolarmente apprezzate e possono essere piuttosto costose specialmente quando sono di alta qualità. I campioni grezzi di moldavite possono costare da 10 a 50 euro per grammo, con prezzi più alti per campioni più grandi o più trasparenti.

Come riconoscere un falso?

Riconoscere una tectite falsa può essere una sfida, specialmente per chi non è esperto. Tuttavia, ci sono alcuni segnali e metodi che possono aiutarci. Le tectiti vere spesso hanno una superficie caratteristica che può apparire vetrata e a volte leggermente ruvida o con delle piccole bolle e imperfezioni. Un aspetto troppo liscio e uniforme potrebbe essere sospetto. Alcuni tipi di tectiti, come le moldaviti, hanno colori distintivi quindi, se il colore sembra anormale o eccessivamente uniforme, potrebbe essere un indicatore di falsificazione. In generale la cosa migliore da fare è affidarsi a un venditore esperto e onesto che fornisca un certificato di autenticità. 

Il vetro libico è una tectite?

Sì, il vetro libico è effettivamente una forma di tectite, questo materiale naturale è un vetro siliceo di colore giallo chiaro o verde pallido, trovato in aree del deserto del Sahara in Egitto e Libia. È ritenuto essere il risultato di un evento di impatto meteoritico avvenuto circa 26 milioni di anni fa. L'energia rilasciata dall'impatto ha fuso la sabbia silicea locale, formando così ampie distese di vetro naturale. A differenza di altre tectiti che sono spesso più scure e opache, il vetro libico si distingue per la sua trasparenza e il colore chiaro. Questo tipo di vetro è noto non solo per la sua bellezza e unicità ma anche per il mistero che circonda la sua formazione esatta, dato che non è stato ancora identificato un cratere di impatto associato.

Vetro libico

 
Leggenda della tectite e dei figli delle stelle
 

Si narra che molto tempo fa, quando la Terra era ancora giovane, il cielo notturno fosse molto più vicino di quanto lo è oggi. Le stelle brillavano con tale intensità che i loro raggi potevano toccare la terra, fondendosi con essa in luoghi di magica bellezza. Durante una notte di eccezionale chiarezza, una stella cadente solitaria attraversò il cielo. Invece di spegnersi, si schiantò con un impatto così potente che il terreno si sciolse, sprigionando una luce abbagliante. Questo evento creò le tectiti, frammenti di vetro celestiale che brillavano con l'eco della stella caduta. Questi frammenti erano diversi da qualsiasi altra roccia terrestre, avendo un'aura che sembrava contenere l'essenza delle stelle stesse. Gli antichi popoli, testimoni di questo evento, raccolsero le tectiti, venerandole come lacrime delle stelle. Immaginiamo una tribù ancestrale che abita antiche terre ricche di foreste dense e montagne maestose, sotto cieli notturni sorprendentemente limpidi. Questo ambiente selvaggio e incontaminato favoriva una stretta interazione con la natura e l'universo. La tribù era conosciuta per la sua profonda spiritualità e un'incredibile conoscenza astronomica, derivante dall'osservazione delle stelle e dei pianeti. Per loro, le tectiti trovate erano considerate sacre, regali diretti dagli dei delle stelle. Ogni frammento di tectite era ritenuto un frammento di conoscenza cosmica, un catalizzatore per la comunicazione tra il mondo terreno e quello divino. Divennero così centrali nei riti di passaggio e nelle cerimonie di guarigione Gli sciamani della tribù le utilizzavano per entrare in stati di trance durante i quali si diceva potessero viaggiare tra i mondi o comunicare con gli spiriti.

Col passare del tempo, le tectiti rimasero oggetti di venerazione, simboli del legame eterno tra la Terra e il vasto universo, un ricordo che ogni elemento su questo pianeta e ogni vita che esso sostiene ha un'origine stellare. Sebbene il popolo delle stelle sia immaginario, esso incarna le storie di molte culture reali che hanno trovato nei cieli notturni fonte di ispirazione, guida e mistero. La loro eredità, attraverso la leggenda, continua a ricordarci l'importanza che gli antichi attribuivano ai fenomeni celesti e il loro impatto sulle vite umane. La leggenda fonde la scienza della formazione delle tectiti con temi mitologici, celebrando così il loro carattere unico e la loro origine misteriosa, riflettendo il desiderio di comprendere il nostro posto nell'universo. 

Marta Ayame

Autrice

Marta Ayame

Radiestesista, radionica, cristalloterapeuta, insegnante di yoga sciamanico e forest therapy guide

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai subito gratuitamente 1 mandala da colorare, l'Audio Induzione "L'albero della vita", il video "Lista dei rimedi" e un coupon sconto del 15% utilizzabile per l'acquisto di uno dei nostri eventi live



Potrai cancellarti in qualsiasi momento, non temere :)

CONTATTACI, COSÌ AVREMO MODO DI CONOSCERCI!

Valore non valido

Valore non valido

Valore non valido

Valore non valido

Valore non valido

Campo richiesto

Inserisci il codice segreto
Valore non valido

Inserisci il codice segreto

"Sinché sentirai le stelle come qualcosa sopra di te, ti mancherà lo sguardo di colui che conosce"
Friedrich Wilhelm Nietzsche

Le nostre aree di competenza

gloria moretti

giovanni moretti

giovanni moretti

giovanni moretti